DOCUMENTI EMTN

 

 

 

Quanto crescerà l'Ebitda nel nuovo piano industriale

Con il nuovo piano industriale 2017-2021, Alperia punta a far crescere l'Ebitda del gruppo, facendolo salire  dai 150 milioni del 2017 ai 275 del 2021. Questo grazie alle attività core che daranno uno slancio di 57 milioni e a politiche di accelerazione che incideranno per 68 milioni di euro. 

Grazie ad una crescita organica dell’Ebitda di 57 milioni, che comprende risparmi da sinergie post-fusione per 28 milioni di euro, le attività core registreranno 207 milioni di Ebitda a fine piano.

Le attività di acceleration incideranno sull’Ebitda, come detto, per 68 milioni di euro la gran parte dei quali (il 78%) saranno generati da operazioni di M&A, il resto (22%) sarà invece garantito dallo sviluppo della Business Unit Smart Region. 

Gli investimenti previsti a parità di perimetro sono di 447 milioni che salgono a 863 considerando le attività di acceleration previsti dal piano industriale 2017-2021. Gli investimenti per le attività core saranno indirizzati a sostenere principalmente due segmenti, generazione (188 milioni) e reti (159). Le attività di acceleration, per le quali sono previsti investimenti di 416 milioni, andranno invece a finanziare le nuove iniziative: 319 in nuove iniziative e 97 per il progetto Smart Region.

Il rapporto tra la posizione finanziaria netta e l'Ebitda, nonostante gli investimenti, resterà inferiore a 3, attestandosi a 2,2 a parità di perimetro e a 2,8 comprese le attività di accelerazione. La solida disciplina finanziaria garantirà, tra le altre cose, ai manager del gruppo la flessibilità necessaria nella pianificazione degli investimenti. 

Per quanto riguarda la politica dei dividendi, il piano 2017-2021 prevede una distribuzione in sostanziale crescita. Già nel 2018 la crescita dei dividendi è di circa il 40%. Nell'orizzonte di piano si prevede di distribuire 112 milioni di euro per dividendi Core a cui si aggiungeranno i dividendi Acceleration in base alla realizzazione degli investimenti relativi.

Quali sono le previsioni del Pun

Il Piano industriale quinquennale di Alperia si basa su uno scenario di prezzo dell'energia in linea con l'orientamento prevalente degli altri player. Per il 2021 si prevede il PUN a 49,8 euro per Mwh (Megawattora): si tratta di 1,2 euro in meno rispetto a quanto la società prevede per ogni Megawattora nel 2018.

Lo scenario ipotizzato da Alperia nel nuovo piano industriale risulta prevedere ipotesi piu  caute anche rispetto a quanto immaginato nel precedente business plan pubblicato a marzo 2017. All'epoca era stato stimato per il 2021 un prezzo dell'energia più alto: 51,9 euro/MwH. 

Con il rinnovo delle stime, il PUN recepito nel piano industriale 2017-2021 è in linea con l'orientamento generale dei competitor più conservativi. Le società che hanno previsioni più alte sono Iren, che immagina un PUN a 54,7 euro/MwH nel 2020, e Hera, che considera un prezzo di 53,2 euro/MwH nel 2021. Enel, invece, prevede per il 2018, 2019 e 2020 un prezzo unico nazionale più basso, intorno ai 45 euro/MwH. A2A, infine, ha previsioni in linea con Alperia e stima per il 2021 un PUN a 48,6 euro/MwH.

Il progetto Smart Region nel piano industriale 2017-2021

Il progetto Smart Region rappresenta uno dei principali asset di sviluppo del piano industriale 2017-2021 di Alperia. L'utility altoatesina prevede di investire nella neonata business unit 97 milioni di euro in cinque anni e punta a raggiungere in questo ambito la soglia dei 15,4 milioni di euro di Ebitda nel 2021 (di cui 8 milioni da attività di acceleration). Il totale investito nell'arco del piano industriale comprende 26 milioni di euro per l'infrastruttura di fibra ottica in Alto Adige. 

I primi 28 milioni di euro di investimenti saranno realizzati nel 2018, l'anno successivo saranno destinati al progetto Smart Region 20 milioni, poi ulteriori 23 milioni nel 2020 e infine 26 milioni di euro nel 2021. 

A beneficiarne sarà la collettività. Il progetto Smart Region, infatti, mira a scatenare un circolo virtuoso in grado di rendere il territorio più 'intelligente'. Alperia prevede di realizzare sul territorio l'infrastruttura intelligente che permette di far convergere l'illuminazione pubblica,  la fibra ottica, i punti di ricarica per la mobilità elettrica,  la sensoristica IoT e la videosorveglianza  creando  un territorio intelligente in grado di permetetre un dialogo costante tra la città e i suoi abitanti. 

Al fianco degli investimenti nel progetto Smart Region che contribuirà a digitalizzare il territorio, Alperia, nel piano industriale, ha scelto di destinare 16 milioni di euro in progetti di innovazione pura. Nel periodo 2018-2021 saranno attivati bandi per premiare le migliori start-up, quelle che sono in grado di sviluppare progetti di innovazione in sintonia con le esigenze della collettività, oltre a 10 progetti innovativi nati e realizzati internamente nell'ambito dell'Innovation Board.